INTERVENTO CHIRURGICO

In seguito ad un intervento di chirurgia ortopedica è sempre utile effettuare una valutazione fisioterapica per poter impostare, se necessario, un percorso riabilitativo per recuperare al meglio dalle conseguenze dell’intervento.

Gli interventi chirurgici per cui è solitamente consigliato un percorso riabilitativo includono:

– Artroscopie di spalla (suture di cuffia dei rotatori, acromionplastica, debridement artroscopici…)

– Artroscopie di ginocchio (meniscectomie, sinoviectomie/pulizie artroscopiche, riscostruzioni del legamento crociato, impianto di scaffold/innesti cartilaginei…)

– Artroscopie di anca (conflitto femoroacetabolare, sutura/pulizia del labbro acetabolare, sinoviectomia…)

– Impianto di artroprotesi d’anca, di ginocchio o di spalla

– Interventi alla colonna vertebrale (discectomie, stabilizzazioni vertebrali, fratture vertebrali…)

– Interventi per ridurre fratture con chiodi endomidollari o con placche e viti (es: fratture di femore, tibia, omero, radio…)

– Tunnel carpale o interventi di release neurale simili

TRATTAMENTO

Il trattamento in questo caso dipende molto dal tipo di intervento e dalle limitazioni riscontrate durante le singole valutazioni. Ogni persona rappresenta un caso differente e due persone sottoposte allo stesso tipo di intervento possono necessitare di due percorsi riabilitativi molto diversi. In base alla valutazione viene quindi confezionato un trattamento su misura per ogni persona, che tenga conto delle sue necessità ed esigenze.

In linea generale dopo un intervento chirurgico si riscontrano rigidità articolari, debolezza muscolare e perdita di coordinazione dei movimenti, pertanto spesso il trattamento includerà tecniche di mobilizzazione e/o manipolazione o terapia manuale, tecniche miofascialineurodinamica ed esercizio terapeutico, rispettando il dolore e i tempi di guarigione dei tessuti coinvolti. Il Kinesio Taping ® può essere utilizzato in maniera efficace per favorire un precoce riassorbimento degli ematomi post-chirurgici.