MAL DI SCHIENA O LOMBALGIA

Il mal di schiena, o lombalgia, è un disturbo doloroso localizzato nella parte bassa della schiena che colpisce circa l’80% delle persone nel corso della loro vita. A volte il dolore può irradiarsi lungo una gamba e in questo caso si parla di lombosciatalgia.

L’origine del mal di schiena spesso non è riconducibile a un patologia precisa (lombalgia specifica) o ad una singola struttura (muscolo, disco, articolazione inter-vertebrale o nervo) e soprattutto può non essere direttamente correlato a un vero e proprio danno tissutale; in questi casi il mal di schiena viene definito lombalgia aspecifica. Nei casi di mal di schiena aspecifico, contrariamente a quanto si pensa, sottoporsi a metodiche di imaging biomedico, come radiografie, TAC e risonanze, può non essere utile alla definizione di una diagnosi. Il consiglio è di effettuare esami di imaging solo dopo un’attenta valutazione clinica, in caso di dubbi diagnostici da parte del clinico.

Il dolore può originare dai muscoli, dalle articolazioni, dai dischi, ma questo non significa che le strutture in questione siano necessariamente lesionate. Il meccanismo di attivazione del dolore potrebbe essere riconducibile ad un sovraccarico di alcune strutture articolari, una contrattura muscolare o ad un deficit di coordinazione nel movimento intervertebrale.

Solitamente il mal di schiena si sviluppa a causa di uno o più delle seguenti problematiche:

– Scarsa mobilità del rachide o coordinazione dei movimenti vertebrali

– Debolezza dei muscoli dell’anca, addominali, paravertebrali

– Scarsa coordinazione dei muscoli addominali, paravertebrali, del pavimento pelvico

Il dolore lombare può insorgere improvvisamente in seguito ad un movimento particolare (spesso piegarsi in avanti per sollevare o raccogliere un oggetto) oppure spontaneamente, apparentemente senza motivo, e peggiorare gradualmente (ad esempio a causa di posture prolungate o movimenti ripetitivi). Il mal di schiena può risolversi spontaneamente nel giro di qualche giorno/settimana o perdurare per mesi/anni. In alcuni casi può essere tenuto sotto controllo con dei comuni farmaci antidolorifici o antinfiammatori, mentre in altri casi i farmaci non sono efficaci.

TRATTAMENTO

Il mal di schiena può avere molte cause. Per questo motivo è necessario effettuare una precisa valutazione fisioterapica volta ad individuare i meccanismi che producono il dolore in ogni singolo caso e per poter poi impostare un trattamento specifico e mirato per la persona.

I trattamenti più comuni per il mal di schiena includono terapia manuale, mobilizzazione e/o manipolazione, tecniche neurodinamiche, esercizio terapeutico, Kinesio Taping ®, educazione terapeutica sulla fisiologia del dolore. L’obiettivo del trattamento è risolvere il dolore il prima possibile per poter poi riallenare in maniera efficace le strutture deficitarie al fine di recuperare una normale mobilità, flessibilità e coordinazione dei movimenti della colonna e prevenire possibili recidive.