Spalla: la sindrome del sottoscapolare

Il sottoscapolare è uno dei 4 muscoli che compongono la cuffia dei rotatori. Ha la funziona di ruotare internamente il braccio e di stabilizzare la testa dell’omero durante i movimenti dell’arto superiore.

Un non corretto funzionamento di questo muscolo può:

  • determinare, direttamente, una limitazione del movimento della spalla associata a dolore, che può irradiarsi al braccio
Dolore spalla e braccio
Dolore alla spalla e al braccio causato da un trigger point del muscolo sottoscapolare

  • essere causa o concausa (assieme a una disfunzione dei rotatori esterni e/o a una discinesia scapolo-omerale) di altre condizioni dolorose della spalla, come un impingement sotto-acromiale (situazione caratterizzata da un irritazione o degenerazione dei tendini del sovraspinato e del capo lungo del bicipite e da una infiammazione della borsa sotto-acromiale).

Una disfunzione del muscolo sottoscapolare si riconosce attraverso una valutazione funzionale. I segni tipici presenti sono:

  • riduzione della rotazione esterna del braccio
  • limitazione della elevazione dell’arto superiore (mancanza di dissociazione tra scapola e omero)
  • mal posizionamento statico della scapola
  • alterato movimento della scapola (discinesia scapolo-omerale)
  • debolezza muscolare

Il trattamento della sindrome del sottoscapolare si basa su:

lesione cuffia dei rotatori, tendinopatia, tendinopatia calcifica, lesione sovraspinato, sindrome sottoscapolare