DOLORE AD ANCA O GINOCCHIO

Anca e ginocchio sono le articolazioni sottoposte a maggior carico del nostro corpo e questo continuo stress può portare all’insorgenza di sovraccarichi di alcune strutture e dolore.

La causa più comune di dolore ad anca o ginocchio, soprattutto sopra i 60 anni di età, è la degenerazione del tessuto cartilagineo che ricopre le articolazioni, processo ad insorgenza graduale che prende il nome di osteoartrosi, o semplicemente artrosi. Un’articolazione artrosica, oltre ad essere dolente, può risultare rigida, soprattutto nelle prime ore del mattino, e portare alla perdita di forza muscolare, rendendo difficoltosi movimenti e attività della vita quotidiana (camminare, fare le scale…).

Altre cause di dolore all’anca possono essere:

  • le sindromi da conflitto o impingement femoro-acetabolare;
  • le borsiti (infiammazioni di borse sierose situate in prossimità dell’articolazione che favoriscono lo scorrimento di tendini e muscoli) causate da movimenti ripetuti;
  • l’irritazione di nervi che passano vicino all’articolazione (causate ad esempio da scarso controllo posturale o dalle modifiche posturali che avvengono in gravidanza).

Il dolore al ginocchio può, invece, essere riconducibile a:

  • lesioni dei legamenti crociati o collaterali (solitamente in seguito a traumi o infortuni sportivi);
  • lesioni dei menischi;
  • sindrome da corpo estraneo (in cui un piccolo frammento di cartilagine si stacca dalla sua sede e provoca dolore e blocco articolare)
  • sovraccarico di tessuti articolari o peri-articolari dovuto a scarso controllo dell’allineamento di anca e piede (es, dolore femoro-rotuleo, tendinopatie rotulee o della zampa d’oca).

TRATTAMENTO

Fondamentale per la scelta del trattamento più consono al problema del paziente e della sua posologia è la valutazione fisioterapica. Generalmente il trattamento primario consiste nell’utilizzo di tecniche manuali, miofasciali e mobilizzazioni e/o manipolazioni per ripristinare il corretto movimento delle articolazioni, migliorarne lo scivolamento e ridurre quindi il dolore. Parallelamente è necessario effettuare un programma di rinforzo muscolare e un allenamento volto a recuperare la funzionalità di gesti o attività che risultino limitati.

Per migliorare il controllo motorio dell’arto inferiore, in alcuni casi specifici, può essere utile il confezionamento di plantari su misura.

Per ottenere un miglior risultato funzionale, oltre alla fisioterapia, risulta di fondamentale importanza ridurre l’eventuale sovrappeso.